Iscriviti whatsapp FRASILANDIA

FRASILANDIA

Anime purissime in sporchissimi difetti. Fragili combinazioni tra ragione ed emozioni

Francesco Gabbani

Basterebbe solamente dire senza starci troppo a ragionare che sei tu che mi fai stare bene quando io sto male e viceversa.

Francesco Gabbani

Fra l’altro ti volevo dire: la vita non è male, per quanto stare bene non sia poi così normale.

Francesco Gabbani

Risposte facili. Dilemmi inutili

Francesco Gabbani

Come molti ragazzi italiani ho un’educazione cattolica. Poi, crescendo, mi sono distaccato. Oggi ho difficoltà ad accettare tutto ciò che è dogmatico.

Francesco Gabbani

La folla grida un mantra, l’evoluzione inciampa, la scimmia nuda balla

Francesco Gabbani

Up con un po’ di down.

Francesco Gabbani

Per anni ho lavorato nel negozio di strumenti musicali di mio padre, e faccio anche il fonico. È lui che mi ha trasmesso l’amore per la musica, anche se inconsciamente.

Francesco Gabbani

E poi così, tu sei qui. Natale in un qualsiasi lunedì.

Francesco Gabbani

Intellettuali nei caffè, internettologi, soci onorari al gruppo dei selfisti anonimi. L’intelligenza è démodé.

Francesco Gabbani

Avrei voluto solo realizzare il mio ideale, una vita normale.

Francesco Gabbani

Sopra a queste scale un po’ si scende un po’ si sale. Pertanto probabilmente il numero uno non conta niente. Comunque non conta più niente se invece di darsi la gente prende.

Francesco Gabbani

Ma l’amore di normale non ha neanche le parole. Parlano di pace e fanno la rivoluzione, dittatori in testa e partigiani dentro al cuore

Francesco Gabbani

La canzone “Amen” propone di fare il contrario di ciò che enuncia, è sarcastica.

Francesco Gabbani

C’è il Buddha in fila indiana, per tutti un’ora d’aria, di gloria

Francesco Gabbani

È un giorno che va via, un appuntamento. Un battito perpetuo che dura un momento.

Francesco Gabbani

Nella confusione, miliardi di persone solo un’occasione quaggiù tra l’azzurro e il buco nell’ozono, tra John Lennon, Paul e Yoko Ono.

Francesco Gabbani

È solo una follia, un salto nel vento. Un’ora nello spazio, un punto nel tempo.

Francesco Gabbani

La cultura occidentale tende a renderci troppo cervellotici, finiamo con l’analizzare solo gli aspetti negativi della vita. E questo ci condiziona, perché abbiamo troppa paura. Del giudizio degli altri, di noi stessi, del futuro.

Francesco Gabbani

Il passato non dimentica, il futuro fa ginnastica. Si prepara tutti i giorni per te.

Francesco Gabbani