Iscriviti whatsapp FRASILANDIA

FRASILANDIA

Tu non cadi ma rimani fermo come pioggia che guarda il cemento.

Madame

Sarà bello abbracciarti. Dirti, “Mi sei mancata”. In un bosco di me. C’è un rumore incessante. E lo faccio da parte. Tu sei la mia voce.

Madame

Dimmi ora che non hai. Più voglia di restare con me. Dimmi ora che non sai. Se ciò che sono fa per te.

Madame

Dove sei finita, amore? Come, non ci sei più? E ti dico che mi manchi. Se vuoi ti dico cosa mi manca.

Madame

Prima dicevi: sei unica. Ora ti stanchi se non si comunica.

Madame

Baby, puoi guardare avanti anche se è sempre buio, c’è luce in fondo. Ricordati di dire un “grazie” per ogni giornata in cui sei felice. Che poi rischi di prenderci gusto e uscire ogni giorno con gli occhi lucidi.

Madame

Il mio passato l’ho annodato all’ugola ed ulula. Chiedimi di liberarti dagli hooligans. In fondo son solo che pezzi. Che non ho ingerito da subito.

Madame

Scivolerei fra le tue mani lisce, almeno fino a che non riusciamo a dormire.

Madame

Ho baciato un foglio bianco. E la forma delle mie labbra. Ha scritto da dove nasci tu e che non morirai.

Madame

Baby, so che mi vedi riconosciuta tra tanti volti. Ridimensiono il mio passato per te ne vali la pena, forse.

Madame

Baby, in fondo mi manchi. Lascio un’altra sigaretta senza filo di rossetto perché non m’hai fatto domande.

Madame

A furia di cercarti per il mondo l’ho conosciuto a fondo e l’ho dato a te.

Madame

Cerca dentro te e saprai, mi hai ferita. Guarda dentro me, non vedrai una nemica.

Madame

Tra mille problemi in famiglia e la casa che andava a fuoco, quegli anni passati in provincia. Io stavo cadendo nel vuoto.

Madame

Uscita di casa tua, la solita sigaretta, ne ho fumato solo mezza. L’ho lasciata per terra, non l’ho buttata nel tombino come al solito, così ti ricordi di me.

Madame

Sono la donna più bella che avrai, ma mi nascondi.

Madame

Sembri una foglia che si sveglia all’alba mentre i tuoi biondi viaggiano nell’aria. Se davanti c’è il buio più totale, tu salta.

Madame

Nemmeno se mi bruci e se divento gas. Con solo la voce riesco a fare hype.

Madame

Siedi e sentimi stammi accanto finché posso toccarti taci e stenditi dormirò sulle tue mani calde.

Madame

Quando non hai mai sparato, ma hai sperato in una fine o la tua fine: bang.

Madame

Tu sei la mia strada, le Champs Élysées Tu mi hai salvato dal vuoto che c’è.

Madame

Consumo le suole dietro ad un sogno più grande di me In giro pure se piove, di notte e di giorno per prendere il mondo e smezzarlo con te.

Madame

Mi manca la voce, ieri sera, da ubriaca, ho urlato forte il tuo nome.

Madame

Se vuoi dell’acqua, ti compro una spiaggia.

Madame

Quando ci vedremo non saprò come vestirmi, metterò a soqquadro l’armadio solo per un “sei così bella”.

Madame

Sei la cosa che ci penso, se ci penso, dopo un incubo, e quando mi sveglio il cuore a palla abbraccio il mio cuscino e lì ci sei te.

Madame